Adv

Viaggiare a basso costo? Si può, ma bisogna adottare un po’ di strategia, un po’ di astuzia, ed essere disposti a scendere a qualche compromesso. Insomma, con pochi e utili accorgimenti, risparmiare sull’acquisto di biglietti aerei è possibile, e di seguito proponiamo la nostra guida composta da dieci punti.

Regola n.1: prenotare il volo con largo anticipo. Precisiamo che non esiste una formula esatta per l’acquisto perfetto, però decidere in anticipo la meta e le date del proprio viaggio aiuta, in quanto aumenta la possibilità di trovare prezzi contenuti per il biglietto desiderato. Infatti, quanto è più vicina la partenza, tanto più sono elevati i costi: si stima che per le tratte europee bisogna cercare almeno un mese e mezzo/due prima della presunta partenza, mentre per quelli intercontinentali il periodo consigliato raddoppia, fino a toccare i quatto/sei mesi. Lo stesso vale per l’alloggio.

Regola n.2: prenotare di martedì. Ebbene sì, esiste il giorno della settimana ideale per prenotare i biglietti, e quel giorno è il martedì, in cui, secondo certe stime e statistiche, è possibile risparmiare più del 10% sul prezzo del biglietto.

Regola n.3: occhio all’orario. Le primissime ore del mattino e le ultime della notte sono i momenti della giornata meno richiesti, in quanto più scomodi, e quindi più economici.

Regola n. 4: iscriversi alle newsletter e creare notifiche sui motori di ricerca. Questo accorgimento può servire per essere aggiornati costantemente sulle promozioni delle compagnie o sui cambiamenti di prezzo proposti dai motori di ricerca per voli

Regola n. 5: weekend, festività e “ponti” sono da evitare. Quando gran parte della gente ha tempo libero nello stesso periodo, la domanda aumenta e di conseguenza anche i prezzi dei voli. Per questo motivo, bisogna optare per i giorni lavorativi infrasettimanali, dal lunedì al giovedì, per trovare le tariffe più convenienti.

Regola n. 6: voli con scalo vs voli diretti. Come abbiamo accennato, le comodità si pagano, inclusi i voli diretti che, essendo senza “fermate”, consentono di raggiungere la meta desiderata in tempi più ridotti. Se la disponibilità di tempo non è un problema (e se la tratta non è troppo breve) suggeriamo di prediligere i voli con scalo.

Regola n.7: portare con sé lo stretto indispensabile. Un solo bagaglio, quello a mano, col necessario all’interno. È una soluzione che richiede molte rinunce: infatti, è importante fare una buona selezione per evitare di superare il limite di peso, e quindi di pagare chili extra. Il pro è la praticità: viaggiare col bagaglio a mano è immediato e veloce, soprattutto se sono previsti scali.

Regola n. 8: scegliere una compagnia aerea low cost. EasyJet, Ryanair, e Vueling sono solo alcune delle compagnie che propongono biglietti a prezzi più allettanti rispetto a Emirates, o Alitalia, ad esempio. Ovviamente meno servizi si richiedono, più basso sarà il prezzo del volo. Consigliamo anche di prenotare (o perlomeno di valutare) due voli di sola andata di compagnie diverse: uno sarà dal punto di partenza alla città prescelta, l’altro sarà per il viaggio di rientro da quest’ultima verso casa. In genere si risparmia acquistando i voli a/r in un’unica transazione, ma adottare questo trucchetto potrebbe apportare qualche beneficio in termini di risparmio.

Regola n. 9: evitare gli aeroporti principali. Gli aeroporti secondari, essendo meno gettonati per via della loro collocazione, incidono sul costo del biglietto. Bisognerà valutare i pro e i contro di questa scelta, nonché capirne l’effettivo risparmio, considerato che ci vorranno più tempo e mezzi (coi rispettivi costi) per raggiungere l’hotel e i luoghi da visitare.

Infine, per trovare voli economici, bisogna considerare un altro fattore importante, ovvero il tempismo, la regola numero 10. Infatti, molti altri potenziali viaggiatori sono alla continua ricerca di voli economici. Quindi bisogna affrettarsi a prenotare quando si trova il volo più congeniale alle proprie esigenze, perché si rischia seriamente di non trovarlo più da un momento all’altro.

Adv