A partire da Luglio 2019 Vodafone cambierà le condizioni economiche del piano Internet Abbonamento. Nello specifico, il cambiamento si avrà a partire dalla prima fattura emessa dopo il 14 Luglio 2019 e da quel momento avrà un costo di 5 euro al mese.

La modifica del piano Internet Abbonamento, però, non è rivolta a tutti i consumatori, ma solo a coloro che hanno attivato esclusivamente il piano abbonamento a consumo.

La società spiega che si tratta di un investimento sulla rete per offrire sempre la massima qualità dei loro servizi.

Tutti i clienti interessati riceveranno la comunicazione della modifica in fattura. Non saranno obbligati ad accettare i nuovi termini.

Infatti, qualora volessero rifiutare, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione fino all’ultimo giorno in cui saranno ancora in vigore le precedenti condizioni contrattuali, ovvero fino al 13 Luglio 2019. Inoltre, sarà necessario specificare come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali“.

Ci sono diversi modi per poter procedere al recesso dell’offerta, il tutto senza costi aggiuntivi diversi da quelli eventualmente legati al metodo scelto. È possibile andare su variazioni.vodafone.it, nei negozi Vodafone, inviare una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 10015 Ivrea (TO), scrivere via PEC a disdette@vodafone.pec.it o, infine, chiamare il 190. È necessario sempre specificare la causale citata sopra.

Ecco la comunicazione ufficiale:

Per consentirci di continuare a investire sulla rete e offrire sempre la massima qualità dei nostri servizi, a partire dalla prima fattura emessa dopo il 14 luglio 2019, cambiano le condizioni economiche del piano Internet Abbonamento che avrà un costo di 5 euro al mese.
Tutti i clienti interessati riceveranno la comunicazione di tale modifica in fattura e, se non la accetteranno, potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione fino all’ultimo giorno in cui saranno ancora vigenti le precedenti condizioni contrattuali, ossia fino al 13 luglio 2019, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”.
Potranno esercitare il diritto di recesso, senza costi aggiuntivi diversi da quelli eventualmente legati al metodo scelto, su variazioni.vodafone.it, nei negozi Vodafone, inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), scrivendo via PEC a disdette@vodafone.pec.it o chiamando il 190, specificando la causale sopra indicata.
Potranno infine scegliere se pagare le eventuali rate residue del costo di attivazione e/o dei dispositivi associati alla tua offerta in un’unica soluzione o con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento precedentemente scelto, comunicandocelo nella richiesta di recesso.

I colleghi di MondoMobileWeb hanno scoperto che i clienti “colpiti” da questa modifica potranno attivare gratuitamente 5 Giga Free dal 15 Aprile al 15 Ottobre 2019. Finiti i 5 Giga mensili, il fruitore continuerà la sua navigazione secondo le condizioni previste dal suo piano Internet abbonamento.

È importante sottolineare che i clienti possono attivare 5 Giga Free per connettersi in libertà con il proprio tablet, computer o con altri dispositivi elettronici senza dover, invece, pagare la tariffa a consumo prevista dal piano Internet abbonamento che è pari a 6 euro al giorno con la disponibilità di 5 Giga al giorno di traffico Internet.

Non è la prima rimodulazione che avviene questo mese da parte di Vodafone Italia. Già lo scorso 12 Marzo 2019 ha comunicato che alcune offerte di rete fissa dal 7 Luglio 2019 subiranno una rimodulazione tariffaria con un aumento di 2,99 euro al mese.

I clienti Vodafone coinvolti saranno informati nella propria fattura tramite un avviso nella sezione dedicata alle comunicazioni. La motivazione riportata dall’azienda rimane in ogni caso la stessa, in quanto intende offrire sempre la massima qualità dei servizi e per fare ciò deve continuare a investire sulla propria rete.