Anno dopo anno, il tempo medio passato giornalmente davanti ad uno schermo risulta essere sempre maggiore, sia per gli adulti che per i più piccoli, con una sostanziale differenza: i bambini sono degli utenti non consapevoli delle numerose minacce che il web nasconde.

Per far fronte a questo problema ci sono delle applicazioni, come Qustodio, che permettono di creare un ambiente digitale sicuro e produttivo. In particolare, Qustodio consente di controllare il proprio figlio, monitorando i social, le app ed i siti web da lui utilizzati.

Relativamente al tempo passato davanti ad uno schermo, è possibile impostare un limite giornaliero per giochi e applicazioni, ma anche inserire particolari filtri per proteggere il ragazzo da contenuti potenzialmente pericolosi.

Per utilizzare Qustodio basta scaricarlo (ecco il link diretto) su tutti i dispositivi dei propri figli (compresi smartphone, tablet e/o PC) per poi monitorarli tramite app dal proprio smartphone o accedendo all’area riservata Portale Famiglia sulla pagina ufficiale Qustodio.

In questo modo, sarà possibile avere numerose informazioni al fine di proteggere i propri figli dal crescente numero di cyber minacce come la visualizzazione di contenuti inappropriati, il cyber-bullismo, i cyber-predatori e la dipendenza da schermo.

La piattaforma esiste in due versioni. La prima, nonché quella gratuita, consente di proteggere un solo dispositivo con funzionalità di protezione di base; mentre la versione Premium permette di proteggere più dispositivi con un numero maggiore di funzionalità tra cui Rilevamento di Posizione, Controllo Applicazioni, Monitoraggio di Chiamate e Messaggi.

In base al numero di dispositivi da proteggere, il costo annuale per usufruire delle funzionalità Premium cambia: piano Small a 29,95 euro l’anno (2,50 euro al mese) per proteggere fino a 3 dispositivi, piano Medium a 42,95 euro l’anno (3,58 euro al mese) per controllare fino a 5 device ed, infine, quello Large a 73,95 euro l’anno (6,16 euro al mese) per proteggere fino a 10 dispositivi.

Tra le opzioni di pagamento è possibile trovare carta di credito dei circuiti Visa, Mastercard, American Express, ma anche PayPal e bonifico bancario.

Qustodio è disponibile nelle lingue inglese, spagnolo, francese, italiano, portoghese e tedesco ed è compatibile con le piattaforme Windows, Android, iOS, Mac e Kindle.

La piattaforma di protezione è sviluppata non solo per le Famiglie, ma esistono particolari pacchetti ideati appositamente per Scuole e Imprese.

Con il pacchetto Scuola, l’utente avrà una completa visibilità sul modo in cui gli studenti utilizzano i dispositivi riuscendo, in questo modo, ad identificare sul nascere problemi di apprendimento, prestazioni scarse, bullismo, radicalizzazione, problemi familiari o di altro tipo.

Per le Imprese, invece, Qustodio permette di mostrare in che modo i dipendenti usano il dispositivo e le risorse Internet al fine di ottimizzarne l’uso e aumentare la produttività aziendale.

>> SCARICA QUSTODIO <<