Adv



Sei su Telegram? Unisciti gratis al canale @offertenews. Ricevi in tempo reale le nostre news. Resta sempre aggiornato sul mondo dei consumi: trova offerte incredibili e scopri come attivarle

Commodore 64: Mai un personal computer è costato cosi poco

OfferteNews.it 4 Gennaio 2019 21:59 Nessun Commento

Nostalgici del passato, giovani appassionati di tecnologia, per la rubrica “Ritorno al futuro”, facciamo riferimento ad un prodotto del 1982, il mitico Commodore 64. “Dimmi come fai se non ce l’hai?“, con questa canzoncina Commodore pubblicizzava il prodotto C64, lo spot sottolinea come Commodore 64 possa aiutare nelle operazioni di tutti i giorni, come lo studio, in casa, ma sopratutto come consolle di gioco, per poi finire con lo slogan “MAI UN GRANDE PERSONAL È COSTATO COSÌ POCO”, per spiazzare quella che era la precedente concorrenza Atari.

Fu così che il 6 Giugno 1982, presentato negli Stati Uniti dalla Commodore Portable Typewriter Company, conosciuto come C64, entrato a casa degli italiani soltanto 3 mesi dopo, il Commodore 64 è stato uno dei primissimi Home Computer pensato per uso esclusivamente domestico, facendo divertire piccoli e grandi che iniziavano ad approcciarsi al mondo dell’informatica.

Il nome faceva riferimento alle sue memorie, la RAM da 64 KiloByte e una ROM di appena 20 KiloByte, il computer con architettura ad 8 bit permetteva ai clienti di sbizzarirsi tra molteplici funzioni, fra queste impossibile non annoverare gli applicativi di gaming con i famosissimi Pitstop II, Ghostbusters, International Soccer e tantissimi altri. I primi programmi potevano essere installati grazie alla porta Datassette, unità a nastro magnetico con capacità di archiviazione di 200 KiloByte.

Per i più fortunati invece, veniva separatamente commercializzata la periferica Commodore 1541, un lettore di floppy disk, la Datassette rimase comunque la principale periferica di archiviazione dati grazie al costo contenuto. Il Commodore 64 aveva a disposizione altri ingressi, come le 2 porte joystick per il C64DTV, la porta seriale per eventuali drive o stampanti, il jack audio video e il jack RF per connessione alla TV.

Le tattiche di marketing di Commodore, portarono a vendere il loro prodotto nei negozi di giocattoli, discount e grandi magazzini, ad un prezzo che si aggirava attorno ai 595 Dollari per gli Stati Uniti e 973.500 Lire in Italia. Il dispositivo riscosse moltissimo successo fino all’inizio degli anni 90, raggiungendo il picco massimo di vendite, circa 22 milioni di esemplari, rendendo Commodor 64 l’home computer più venduto della storia.

L’azienda non riscosse lo stesso successo per il lancio dei dispositivi successivi, fallì nel 1994 quando la concorrente Sony prendeva il sopravvento con l’arrivo della prima Playstation.

Adv






Archivio Storico
Casio databank: un computer al polso
Casio databank: un computer al polso

4 Gennaio 2019 15:47

Nessun Commento

Adv



Offerte.News